La storia di Cosimo Lai, campione sardo su strada e su pista dei primi anni Sessanta

Presentazione a Marrùbiu, alla Vigna Terra di Ossidiana, S.P. 68, km 0,2
(39°46’24.8” N – 08°40’02.7” E) giovedì 20 agosto 2015 alle ore 19.30

manifestucosimuJPEG

Evento su FB

Cosimo Lai è il nuovo campione sardo per la categoria dilettanti. La sua vittoria nel Gran Premio Chessa è stata nettissima: egli ha preceduto di oltre dieci minuti i suoi avversari dopo aver raggiunto una punta massima di venti minuti di anticipo. La corsa ha preso il via a Ozieri. Subito abbassata la bandiera s’invola Cosimo Lai, Nessuno prende sul serio il tentativo del giovane, che si era iscritto poco prima del via. Dopo 50 chilometri il distacco di Lai è già a 7’, a Macomer è salito a 14’, a Bortigali tocca il quarto d’ora. A Pattada si è addiritura sui 20’. Poi il ragazzo della Gialeto accusa lo sforzo e la sua azione non è più brillante ma ha ormai la vittoria assicurata.
Ordine d’arrivo: 1. Lai Cosimo (Gialeto Serramanna) km 201 in 6.24’, media km 31,404

1961. Cronaca da un giornale sportivo dell’epoca

E’ finalmente uscita la biografia di Cosimo Lai, curata da Amos Cardia, in vendita al prezzo di 15 € nelle edicole e librerie di Sinnai e direttamente presso l’autore (Cosimo Lai, tel. 368.78.23.947).
Di seguito l’elenco dei paragrafi che riguardano la sua attività ciclistica, la parte maggiore del libro, e sopra una selezione di alcune delle numerose foto del libro.

1957. Cicrista e pastori / 1958. S’artziada de Mòguru / Su certu cun Atzeni / Cagliari-Sassari e s’arroda tzichirriendi / Surplace no fia bonu a ndi fai / 1959. Brillantina e acotzus / 1960. Su Circuito degli Assi / 1961. Sa canadesa de sa Gialeto / 1962. Sa gara de Terranoa / Duas garas bintas in duas diis / Cincu garas fatas in dexi diis / In pista. Una borta a pei e un’atra borta schiavetendi / A binci po Santu Còsimu / Sculada s’amigàntzia / Sa preparatzioni / Su scienti podiat bessiri curridori / Su serchetu de su litru de lati cruu / Candu apu bintu a su campioni de su mundu / Su surplace e su supercampioni tàticu / Ercole Baldini, Aldo Moser e Gastone Nencini in Campuomu / Su campionau italianu. Bari / Su campionau italianu. Ascoli Piceno / Premio della Montagna a su Giro dell’Umbria / Fiorenzo Magni e il battesimo dell’aria / Sa tzerriada chi no arribàt / Is curridoris campidanesus / Is curridoris cabesusesus / Is curridoris tataresus

Articolo de L’Unione Sarda. 8 agosto 2015